Lun25032019

Agg.:11:56:54

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Back Sport Sport News

Sport

Dr. Jekyll e Mr. Hyde

  • PDF

Giocando la partita perfetta, la Juventus ribalta l’Atlético Madrid e torna di prepotenza nel novero delle favorite per la vittoria della Champions League.

Diceva Agatha Christie: “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. E, nell’intricato caso della Vecchia Signora, gli indizi erano proprio tre: il primo, scatenante, ha una data, un orario e un luogo precisi: 20 febbraio 2019, ore 23, stadio Wanda Metropolitano di Madrid, dove l’Atlético ha appena sconfitto con un netto 2-0 la Juventus; il secondo, probabilmente causato dal primo, è di tipo tecnologico e consiste nella chiusura dei propri profili social da parte di Massimiliano Allegri, da sempre molto attivo sui mezzi di comunicazione, ma, a detta di tanti, stanco dei continui insulti ricevuti; il terzo riguarda le dichiarazioni rilasciate nella conferenza stampa successiva alla gara di campionato con l’Udinese, ultimo match prima del ritorno con i Colchoneros, dallo stesso allenatore livornese: “Il rapporto con la Juve è intatto, ma le storie prima o poi finiscono. Dopo quattro anni al Milan è finita, sono qui da cinque. Spero di continuare, ma vedremo”.

C'era una volta in Italia

  • PDF

Con gli ottavi di finale l’Europa League entra nella sua fase più calda. Inter e Napoli sognano di arrivare a Baku e di riportare in Italia una coppa che manca dal 1999.

12 maggio 1999: il Parma travolge l’Olympique Marsiglia e vince per la seconda volta nella sua storia la Coppa UEFA, chiudendo al meglio il decennio di dominio delle rappresentanti italiane nella competizione. Da quel successo, nessun club del Bel Paese è stato in grado non solo di vincere la manifestazione, ma anche di giungere all’ultimo atto. 20 anni di astinenza dunque, un’eternità nel mondo del calcio.

Una Coppa a sorpresa

  • PDF

Lazio-Milan e Fiorentina-Atalanta sono le semifinali di Coppa Italia. Chi scriverà il proprio nome nell’albo d’oro dopo il dominio della Juventus?

Premessa: non siamo ai livelli dei “giant killings” che da sempre caratterizzano la storia della FA Cup, quindi dimentichiamoci che la formula attuale della Coppa Italia permetta a squadre dello stesso rango di Millwall e Swansea, militanti nella seconda serie inglese e pronte a disputare i quarti della competizione più antica al mondo, di poter sognare di arrivare a Roma per giocarsi la finale della coppa nazionale. Detto questo, è però innegabile che i quarti di finale dell’attuale edizione della Coppa Italia abbiano riservato grosse sorprese.

Camino hacia Madrid

  • PDF

Roma-Porto e Manchester United-PSG danno il via agli ottavi di finale della Champions League. Il 1° giugno l’ultimo atto al Wanda Metropolitano di Madrid.

“Lo spettacolo deve ancora cominciare” cantavano i Litfiba un quarto di secolo fa. Il ritornello del gruppo di Piero Pelù ben si addice alla Champions League, che alza il sipario sulla fase a eliminazione diretta, la più calda ed emozionante. Sedici squadre rimaste, otto sfide, alcune dal pronostico apparentemente chiuso, altre, invece, dall’esito difficilmente decifrabile.

Il Giro d'Italia in 143 gol

  • PDF

Con la doppietta all’Udinese Fabio Quagliarella è andato a segno per l’undicesima partita consecutiva, eguagliando il record che Gabriel Omar Batistuta aveva stabilito nel 1994.

“Sei come il buon vino. Più invecchi, più migliori”. Chissà quante volte, in queste settimane, Fabio Quagliarella, 36 anni appena compiuti, si è sentito ripetere questo detto, di gran lunga il più adatto per descrivere l’evoluzione vissuta dall’attaccante della Sampdoria.