Sab24082019

Agg.:12:00:00

da Legno Storto:

Benvenuto in Medinapoli News !!!

Calcio

L'ombra del diavolo

  • PDF

Il 4-0 inflitto al Chelsea ha inaugurato al meglio la Premier League 2019/2020 del Manchester United e di Ole Gunnar Solskjær, confermato alla guida dei Red Devils e desideroso di riportare il club ai fasti dell’era di Sir Alex Ferguson.

“Tutta l’esistenza umana si risolve in una illusione” è la frase cult de L’Illusione, il romanzo scritto da Federico De Roberto nel 1891 che segue il percorso di vita della protagonista, Teresa Uzeda, dall’infanzia alla maturità, attraverso sogni, fallimenti, disinganni e illusioni. I medesimi sentimenti sono radicati negli animi e nei cuori dei tifosi del Manchester United dall’8 maggio 2013, giorno in cui Sir Alex Ferguson annunciò il proprio addio dopo quasi ventisette anni di permanenza sulla panchina del club mancuniano.

Un uomo per tutte le stagioni

  • PDF

Il 3-0 rifilato al Debrecen nell'andata del secondo turno preliminare di Europa League sembra il giusto viatico per il ritorno del Torino nella fase a gironi della seconda competizione continentale e per il definitivo riscatto di Walter Mazzarri dopo le deludenti esperienze con Inter e Watford.

"L'uomo giusto al posto giusto nel momento sbagliato". Chissà quante volte nella testa di Walter Mazzarri hanno fatto capolino queste parole dopo il 14 novembre 2014, nel giorno del suo primo e finora unico esonero in carriera, deciso da Erick Thohir, presidente dell’Inter.

Polvere di stelle

  • PDF

Tra Copa América e Coppa d’Africa: viaggio nella difficile estate di Neymar, Messi e Salah.

L’attesa del piacere è essa stessa il piacere sosteneva Gotthold Ephraim Lessing, uno dei maggiori esponenti dell’Illuminismo letterario e filosofico germanico. Difficile, però, che Neymar Jr., Leo Messi e Mohamed Salah siano d’accordo con il pensatore tedesco.

Addio sogni di gloria

  • PDF

L’annunciato pareggio tra Francia e Romania estromette l’Italia Under-21 sia dall’Europeo casalingo sia dall’Olimpiade di Tokyo 2020, chiudendo nel peggiore dei modi l’esperienza di Luigi Di Biagio sulla panchina degli Azzurrini.

Da un grande potere derivano grandi responsabilità è la lezione di vita che accompagna Peter Parker, alias Spider-Man, dal momento in cui decide di diventare un supereroe. Lo stesso slogan accompagnava la Nazionale italiana Under-21 nell’avvicinamento all’Europeo, giocato per la prima volta nel Belpaese, ma gli Azzurrini non sono riusciti a sopportare il peso delle aspettative e sono stati clamorosamente eliminati nella fase a gironi, rimandando ancora una volta l’appuntamento con il trionfo continentale, che manca dal 2004, e con l’Olimpiade, dato che a Tokyo l’Italia calcistica sarà assente per la terza edizione consecutiva.

Grandi speranze

  • PDF

Polonia-Belgio sarà la gara inaugurale dell'Europeo Under-21, giocato per la prima volta in Italia e San Marino. Gli Azzurrini di Luigi Di Biagio sono tra i grandi favoriti per la conquista di un titolo che manca dal 2004.

Ѐ opinione comune che le formazioni giovanili, che si tratti di club o di nazionali, non debbano perseguire come primo scopo il conseguimento della vittoria delle competizioni, ma la crescita tecnica, tattica e caratteriale dei giocatori in vista del loro inserimento nelle rose delle prime squadre.

Rotolando verso Sud

  • PDF

Battendo lo Spezia nell’ultima giornata, il Lecce ha ottenuto la seconda promozione consecutiva, tornando in Serie A dopo sette anni.

Il calcio e la musica rappresentano da sempre un binomio fortissimo, come testimoniano gli inni ufficiali delle competizioni e delle squadre, i cori dei tifosi o i dischi incisi dai calciatori stessi, e questo legame ha avuto modo di rafforzarsi ulteriormente tra l’11 e il 12 maggio 2019.

Upside Down

  • PDF

Simone Inzaghi conquista la Coppa Italia alla guida della Lazio nella stessa notte in cui Marcelo Bielsa fallisce l’approdo alla finale play off di Championship con il suo Leeds.

The Man in the High Castle è un romanzo di Philip K. Dick pubblicato nel 1962 e tradotto in italiano con il titolo La svastica sul sole. L’autore immagina un’ucronia in cui le Potenze dell’Asse hanno sconfitto gli Alleati nella Seconda guerra mondiale, diffondendo nel mondo il nazismo e l’imperialismo. La realtà alternativa costruita da Dick risponde alla domanda tipica di storia controfattuale: “Cosa sarebbe successo se Hitler avesse vinto la Seconda guerra mondiale?”.

Il ruggito della Leonessa

  • PDF

Vincendo il quarto campionato di Serie B della sua storia, il Brescia torna nella massima serie dopo otto anni.

“C’era una volta il Brescia di Carlo Mazzone, Pep Guardiola e Roberto Baggio”. Chissà quante volte il tifoso bresciano ha raccontato questa storia al figlioletto o al nipotino e, ripensando al magnifico quadriennio 2000-2004, non ha potuto evitare che sul viso gli scendesse una lacrimuccia.

La perfida Albione

  • PDF

L’eliminazione in Europa League e la sconfitta in campionato con l’Atalanta hanno certificato il mancato salto di qualità del primo di Napoli di Ancelotti.

“Ti penso e cambia il mondo” cantava Adriano Celentano nel 2011. E com’è cambiato il mondo del Napoli in 365 giorni. Il 22 aprile del 2018 i partenopei espugnavano l’Allianz Stadium di Torino, arrivando a un passo dalla realizzazione del sogno scudetto. Un anno dopo, invece, il KO subito in rimonta dall’Atalanta ha confermato lo stato di crisi degli uomini di Carlo Ancelotti, reduci dalla freschissima bocciatura in Europa League per mano dell’Arsenal.

The Wolves at the door

  • PDF

7° posto in campionato, semifinale di FA Cup e tanti risultati di prestigio contro le grandi d’Inghilterra: la storia del neopromosso Wolverhampton è una delle più affascinanti della Premier League 2018/2019.

Battere due volte il Manchester United a distanza di soli 17 giorni: un’impresa che si potrebbe ascrivere ai top club europei e invece è da ricondurre a una squadra tornata quest’anno in Premier League dopo sei stagioni di assenza, in cui c’era stata anche l’onta della retrocessione in Football League One, il terzo gradino della piramide calcistica inglese. Ma, leggendo con attenzione la storia del Wolverhampton Wanderers a partire dall’estate 2016, si capisce che non si tratta affatto di un clamoroso upset.

Who needs Icardi?

  • PDF

Dopo oltre un mese di polemiche, Mauro Icardi è tornato ad allenarsi con l’Inter. Ma quale sarà il futuro dell’attaccante argentino?

“Il Club comunica che il nuovo capitano è Samir Handanovič”. Le poche parole rilasciate dall’Inter sul proprio profilo Twitter bastano a far saltare il banco. Mauro Icardi non è più il capitano dei nerazzurri, tre anni e mezzo dopo la nomina avvenuta alla vigilia della stagione 2015/2016 per volontà di Roberto Mancini, all’epoca allenatore del Biscione.

Dr. Jekyll e Mr. Hyde

  • PDF

Giocando la partita perfetta, la Juventus ribalta l’Atlético Madrid e torna di prepotenza nel novero delle favorite per la vittoria della Champions League.

Diceva Agatha Christie: “Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. E, nell’intricato caso della Vecchia Signora, gli indizi erano proprio tre: il primo, scatenante, ha una data, un orario e un luogo precisi: 20 febbraio 2019, ore 23, stadio Wanda Metropolitano di Madrid, dove l’Atlético ha appena sconfitto con un netto 2-0 la Juventus; il secondo, probabilmente causato dal primo, è di tipo tecnologico e consiste nella chiusura dei propri profili social da parte di Massimiliano Allegri, da sempre molto attivo sui mezzi di comunicazione, ma, a detta di tanti, stanco dei continui insulti ricevuti; il terzo riguarda le dichiarazioni rilasciate nella conferenza stampa successiva alla gara di campionato con l’Udinese, ultimo match prima del ritorno con i Colchoneros, dallo stesso allenatore livornese: “Il rapporto con la Juve è intatto, ma le storie prima o poi finiscono. Dopo quattro anni al Milan è finita, sono qui da cinque. Spero di continuare, ma vedremo”.

C'era una volta in Italia

  • PDF

Con gli ottavi di finale l’Europa League entra nella sua fase più calda. Inter e Napoli sognano di arrivare a Baku e di riportare in Italia una coppa che manca dal 1999.

12 maggio 1999: il Parma travolge l’Olympique Marsiglia e vince per la seconda volta nella sua storia la Coppa UEFA, chiudendo al meglio il decennio di dominio delle rappresentanti italiane nella competizione. Da quel successo, nessun club del Bel Paese è stato in grado non solo di vincere la manifestazione, ma anche di giungere all’ultimo atto. 20 anni di astinenza dunque, un’eternità nel mondo del calcio.

Una Coppa a sorpresa

  • PDF

Lazio-Milan e Fiorentina-Atalanta sono le semifinali di Coppa Italia. Chi scriverà il proprio nome nell’albo d’oro dopo il dominio della Juventus?

Premessa: non siamo ai livelli dei “giant killings” che da sempre caratterizzano la storia della FA Cup, quindi dimentichiamoci che la formula attuale della Coppa Italia permetta a squadre dello stesso rango di Millwall e Swansea, militanti nella seconda serie inglese e pronte a disputare i quarti della competizione più antica al mondo, di poter sognare di arrivare a Roma per giocarsi la finale della coppa nazionale. Detto questo, è però innegabile che i quarti di finale dell’attuale edizione della Coppa Italia abbiano riservato grosse sorprese.

Camino hacia Madrid

  • PDF

Roma-Porto e Manchester United-PSG danno il via agli ottavi di finale della Champions League. Il 1° giugno l’ultimo atto al Wanda Metropolitano di Madrid.

“Lo spettacolo deve ancora cominciare” cantavano i Litfiba un quarto di secolo fa. Il ritornello del gruppo di Piero Pelù ben si addice alla Champions League, che alza il sipario sulla fase a eliminazione diretta, la più calda ed emozionante. Sedici squadre rimaste, otto sfide, alcune dal pronostico apparentemente chiuso, altre, invece, dall’esito difficilmente decifrabile.

Il Giro d'Italia in 143 gol

  • PDF

Con la doppietta all’Udinese Fabio Quagliarella è andato a segno per l’undicesima partita consecutiva, eguagliando il record che Gabriel Omar Batistuta aveva stabilito nel 1994.

“Sei come il buon vino. Più invecchi, più migliori”. Chissà quante volte, in queste settimane, Fabio Quagliarella, 36 anni appena compiuti, si è sentito ripetere questo detto, di gran lunga il più adatto per descrivere l’evoluzione vissuta dall’attaccante della Sampdoria.

Era mio padre

  • PDF

Dopo il flop al Milan, Gonzalo Higuaín riparte dal Chelsea e da Maurizio Sarri, l’allenatore con cui ha avuto il rapporto migliore nella sua contraddittoria carriera.

Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano: questa frase di “Amici mai” di Antonello Venditti, a lungo un cavallo di battaglia dello storico ex amministratore delegato del Milan Adriano Galliani, rispecchia alla perfezione il ricongiungimento tra Gonzalo Higuaín e Maurizio Sarri.

Nel mezzo del cammin di nostra vita

  • PDF

La Serie A è giunta al giro di boa consegnandoci una Juventus sempre più dominante e una concorrenza tenuta viva dal solo Napoli. Il VAR è l’altro grande protagonista delle prime 19 giornate di campionato.

La Serie A va in vacanza. Dopo quattro mesi e mezzo vissuti tutti d’un fiato, con l’apice dell’abbuffata natalizia, il massimo campionato italiano si ferma per tre settimane, dando appuntamento al 19 gennaio, quando Roma-Torino darà inizio al girone di ritorno.

The Special End

  • PDF

José Mourinho è stato esonerato dal Manchester United, chiudendo nel peggiore dei modi trenta mesi difficili e contraddittori alla guida dei Red Devils.

“José Mourinho leaves United”: così si apre il comunicato ufficiale con cui il Manchester United ha dato notizia della separazione, formalmente consensuale, consumatasi con Mourinho. La realtà, invece, è che si è trattato di un esonero, da tempo nell’aria e maturato dopo l’ennesima sconfitta stagionale, il 3-1 subito ad Anfield dal Liverpool del rivale Jürgen Klopp, che ha fatto precipitare i Red Devils a 11 punti dalla zona Champions quando non ancora si è giunti al giro di boa.

Pasticcio all'italiana

  • PDF

Un pareggio, cinque sconfitte e tre eliminazioni: l’ultima giornata delle coppe europee riapre preoccupanti scenari sullo stato di salute del calcio italiano.

Dalle stelle alle stalle. Da un possibile en plein a un vero e proprio incubo. Niente quattro su quattro in Champions League, evento che manca ormai da sedici anni, e niente sei su sei complessivo nelle due competizioni: l’inaspettata eliminazione del Milan va ad aggiungersi a quella dell’Atalanta maturata in estate e impedisce di poter essere almeno in Europa League la nazione più rappresentata, poiché la solita Spagna arriva a schierare quattro club.

Un nuovo Pallone d'Oro

  • PDF

Luka Modrić è il vincitore del Pallone d’Oro 2018, interrompendo il duopolio Cristiano Ronaldo-Messi che durava da dieci anni.

La fine di un’era: dopo dieci anni di dominio ininterrotto e incontrastato, Cristiano Ronaldo e Leo Messi abdicano a favore di Luka Modrić, primo croato a conquistare il Pallone d’Oro. Un risultato atteso da molti e, di fatto, annunciato dai tanti premi vinti nel corso dell’anno: miglior giocatore del Mondiale, miglior giocatore FIFA, miglior giocatore UEFA e miglior costruttore di gioco IFFHS.

mediformazione

Giornalista AAA
Diventare Giornalista...

Ambiente pulito

Mela verde
La differenziata come frutto...

Editoria Digitale

JA Teline IV
per diventare Editori FaidaTE...

Moda & Stile

Moda Modella
Quando la moda non è immagine...